Alla scoperta di Casa Artusi

Scienza e arte convivono a Forlimpopoli: la scienza della cucina e l’arte di mangiare bene a Casa Artusi, il primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana in onore di Pellegrino Artusi.

“La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene”, è proprio il titolo dell’opera che Pellegrino Artusi pubblicò nel 1891 a proprie spese “pei tipi dell’editore Landi”, con un successo tanto impensabile quanto travolgente a tal punto che divenne uno dei libri più letti dagli italiani.

Vero e proprio spartiacque nella cultura gastronomica moderna, il manuale raccoglie nelle sue ultime versioni 790 ricette. Ancora oggi conta una vastissima diffusione, tanto da essere tradotto in moltissime lingue. L’approccio è didattico – “con questo manuale pratico – scrive Artusi – basta si sappia tenere un mestolo in mano” -, e le ricette sono accompagnate da riflessioni e storielle che lo rendono un capolavoro di arguzia e sapienza. Ricavato dalla ristrutturazione del complesso monumentale della Chiesa dei Servi, il Centro è un vasto edificio che ospita differenti espressioni della cultura gastronomica.

Casa Artusi con la biblioteca, il ristorante, la scuola di cucina, la cantina, il contenitore di eventi, è il museo della cucina di casa per eccellenza.

La Biblioteca raccoglie circa 45mila volumi. Oltre la Biblioteca Civica di Forlimpopoli, si trovano la Collezione Artusiana e la Raccolta di Gastronomia Italiana.

Il Ristorante porta in tavola la cucina domestica e numerose ricette dell’Artusi. Aperto a pranzo e a cena, qui le protagoniste sono senz’altro la pasta fresca e le ricette della tradizione regionale, servite con grande attenzione alla stagionalità e alla qualità. All’Osteria, aperta per cena, si gustano invece piatti più informali, con una grande selezione di vini al calice e in bottiglia, un buffet di prodotti del territorio e proposte della cucina.

Nella Cantina sono in esposizione e in vendita circa 200 etichette emiliane e romagnole e una serie di prodotti tradizionali come i distillati e l’aceto balsamico.

Per chi vuole cimentarsi nell’arte culinaria, la Scuola di Cucina è aperta sia agli appassionati  sia ai professionisti. Collaborano con la Scuola alcuni fra i nomi più importanti della ristorazione nazionale che declinano la propria professionalità con la memoria domestica. All’Associazione delle Mariette spetta invece il prezioso compito di valorizzare le tradizioni popolari e di insegnare la cucina tradizionale romagnola, in particolare la pasta fatta a mano e la piadina.

C’è poi lo Spazio Eventi dove la Casa organizza mostre, incontri, degustazioni, presentazione di prodotti e seminari sempre sul tema della cucina domestica. Qui Pellegrino Artusi, il suo mondo, le sue idee, prendono vita grazie a uno speciale allestimento, realizzato con tecniche multimediali e pannelli informativi che costituiscono un sistema espositivo unitario.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Alla scoperta di Casa Artusi | Travel Emilia Romagna - 10 luglio 2012

    [...] a leggere su Chef di TER. Tags: #chefxter, Casa Artusi, ChefXtER, [...]

Lascia un Commento