I cappelletti: uno, nessuno, centomila, di Irene Blog Cervia e Milano Marittima

Sono emiliana. Emiliana fino al midollo, nata a Reggio Emilia tra la nebbia, il parmigiano reggiano, l’erbazzone e i cappelletti… ecco i cappelletti, un nome e mille varianti. Ho tanti ricordi associati ai cappelletti: aiutavo la mia bisnonna a chiuderli quando ero piccola e ora che sono sposata chiedo a mia nonna la ricetta. E questo è il primo scoglio: perchè se avete una nonna che è anche una brava cuoca vi dirà che le misure non sono importanti, che lei “la và a òch” (va ad occhio). I cappelletti a Reggio Emilia sono piccoli e con il ripieno di carne, li mangiamo con il brodo di carne e anche con la panna. Di solito, dopo aver mangiato i cappelletti in brodo, si continua con “il lesso”, cioè la carne bollita che viene usata per fare il brodo (manzo, gallina, cappone). Se siete stati almeno una volta in un ristorante tipico reggiano vi avranno proposto “il carrello dei bolliti”. Quando mi sono trasferita in Romagna per amore e lavoro ho affrontato rispettivamente il muro 2 e il muro 3 di difficoltà: perchè? Perchè per i romagnoli, i cappelletti che mangiamo a Reggio sono i”tortellini” (dalla tradizione bolognese). Vagli a spiegare che se vai a Reggio e chiedi i tortellini ti guardano come se davanti avessero un alieno. E poi – muro 3 – in una delle prime cene con il mio futuro marito, mi viene spiegato cosa sono in Romagna i cappelletti: la forma è identica, ma sono enormi.. e poi il ripieno non è di carne ma viene fatto (magistralmente) con i formaggi. Non si mangiano con la panna, ma vengono preferiti al ragù e talvolta anche in brodo.. però senza carrello dei bolliti perchè non è tradizione romagnola e quindi viene parcheggiato ai box. Fortunatamente se li chiamo “caplèt” mi capiscono tutti e mangiamo bene sempre, sia in Romagna che in Emilia!

One Response to I cappelletti: uno, nessuno, centomila, di Irene Blog Cervia e Milano Marittima

  1. simona 3 luglio 2013 at 03:22 #

    Molto bello il blog… pero’ aspetto nuovi post, e’ da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbe’, intanto mi iscrivo ai feed RSS, continuo a seguirvi!

Lascia un Commento